Prestazioni Erogate

residenziali-100-02

Residenziali

La riabilitazione residenziale integra i trattamenti domiciliari ed ambulatoriali  proposti da nostre strutture o da altre presenze su territorio nazionale poiché accoglie utenti regionali ed extra regionali.

Il presidio residenziale offre un trattamento interdisciplinare con valenze riabilitative, educative,  assistenziali opera per  tre diverse tipologie :0-18 anni per patologie neuropsicosensoriali in cui si effettua un percorso diagnostico riabilitativo investendo sulle abilità residuali dei degenti e sulle risorse dei nuclei familiari…

ambulatoriali-100-02

Ambulatoriali

L’accesso ai centri di riabilitazione ex art.26  avviene con prescrizione del MMG (medico di medicina generale) o dal PLS (pediatra di libera scelta) sul modulario regionale del SSN.

La prescrizione del trattamento riabilitativo ex art 26 deve contenere:

  • la diagnosi clinica che giustifica il trattamento richiesto;
  • il tipo di trattamento riabilitativo, il regime  (ambulatoriale ,domiciliare)in cui deve essere erogato , il numero delle prestazioni…
domiciliari-100-02

Domiciliari

La riabilitazione domiciliare offre un trattamento che può esaurirsi direttamente a domicilio o rappresentare una fase transitoria  in cui vengono attivate tutte le azioni che permettono di continuare il trattamento in ambulatorio. Tale  modello di assistenza consente al paziente di rimanere a casa ,nel proprio ambito famigliare e relazionale ,potendo ugualmente usufruire  dell’assistenza  di cui a bisogno per migliorare il decorso riabilitativo.

SOGGETTI CHE POSSONO ACCEDERE ALLA RIABILITAZIONE DOMICILIARE…

Trattamenti riabilitativi

Terapie riabilitative e servizi correlati

Le patologie neurologiche risultano tra le prime cause di disabilità e la loro incidenza è in continuo aumento anche a causa dell’attuale invecchiamento della popolazione; ne consegue una sempre più crescente domanda di intervento riabilitativo specifico, mirato al massimo recupero delle capacità funzionali dell’assistito neurologico.

Vengono accolti pazienti affetti da patologie del sistema nervoso centrale e perfierico in fase post-acuta o cronica (ictus cerebrale, esiti di mielopatie traumatiche e non, processi espansivi cerebrali trattati chirurgicamente, sclerosi multipla, ecc…). La struttura accoglie anche pazienti in stato vegetativo o di minima coscienza per grave cerebrolesione acquisita.

Le patologie ortopediche, soprattutto quelle di interesse chirurgico, colpiscono una fetta importante di popolazione anziana e giovane; la riabilitazione offre molti vantaggi a tale tipologia di pazienti in quanto permette, nella maggior parte dei casi, il recupero funzionale completo. Vengono accolti pazienti affetti da patologie ortopediche trattate chirurgicamente (protesi d’anca, protesi di ginocchio, protesi di spalla, ricostruzione legamento crociato) e pazienti affetti da esiti di politraumi o con esiti di fratture segmentarie scheletriche e vertebrali amieliche, trattate chirurgicamente. Particolare attenzione è data ai pazienti che hanno subito amputazione di arti superiori od inferiori e sono protesizzabili. Durante il ricovero presso la nostra struttura il paziente viene preparato ed addestrato all’utilizzo della protesi.

La riabilitazione Pneumologica è un percorso dedicato a pazienti affetti da patologie a carico delle vie aeree, parenchima polmonare e muscoli respiratori come per esempio broncopneumopatia cronica ostruttiva, ma anche da asma bronchiale, bronchiectasie, fibrosi polmonari, deficit ventilatori in soggetti con deformità della gabbia toracica (cifoscoliosi), con malattie neuromuscolari, con insufficienza respiratoria di qualsiasi origine. Componenti essenziali dei programmi di riabilitazione respiratoria sono anche quella educativa e quella di ricondizionamento all’esercizio fisico. Quest’ultima mira a incrementare la capacità di svolgere attività fisica, a ridurre la sensazione di affanno connessa all’attività fisica e a ripristinare un sufficiente grado di autonomia.

La riabilitazione pediatrica prende in carico pazienti in età evolutiva affetti da:

  •  patologie neuromotorie o a seguito di grave cerebrolesione acquisita o croniche quali paralisi cerebrali infantili, distrofie muscolari, spina bifida, gravi malformazioni dell’apparato locomotore (anche dopo trattamento chirurgico funzionale), sindromi genetiche e malattie rare;
  • patologie ortopediche, trattate chirurgicamente, in esiti di politraumi o di fratture segmentarie scheletriche e vertebrali.

L’obiettivo è l’adattamento alla vita quotidiana, fornendo ai pazienti informazioni su ortesi, ausili e modifiche dell’ambiente, con particolare riferimento all’ergonomia e all’economia articolare. Per tale motivo, il paziente è valutato da un Terapista occupazionale, durante le ore del pranzo e al risveglio del mattino, al fine di promuovere una maggiore autonomia nelle attività della vita quotidiana (mangiare, lavarsi, vestirsi, ecc.).

Le funzioni cognitive sono fondamentali per un recupero soddisfacente dell’autonomia dei pazienti affetti in particolare da patologia neurologiche. Pertanto è importante una attenta analisi di tali funzioni. La nostra struttura offre un servizio di Psicologia Clinica per la valutazione e il training di recupero delle funzioni cognitive. Tutto ciò permette un più completo recupero dell’autonomia del paziente.

Molto spesso è necessario l’impiego di ortesi o ausili specifici per il raggiungimento di un livello maggiore di indipendenza. Nel nostro presidio i fisiatri vautano la necesssità di un ausilio e, coadiuvati dal terapista occupazionale, dal fisioterapista e dal tecnico ortopedico, indicano, prescrivono ed infine addetrano il paziente all’utilizzo dell’ortesi o ausilio più idoneo.

Modalità di accesso

La Fondazione accoglie utenti con patologie del sistema nervoso: esiti di ictus, traumi cranio encefalici, lesioni midollari, malattie neurodegenerative, malattie neuromuscolari, dell’apparato respiratorio,  cardiovascolare, dell’apparato locomotore (protesi di anca, ginocchio, amputati, traumi).

Inoltre accedono utenti con disabilità dell’età evolutiva (PCI, distrofie muscolari), disturbi dello spettro autistico, dell’attenzione, del linguaggio, dell’apprendimento, sindromi genetiche e assistiti affetti da patologie oncologiche.

Trattamenti a pagamento per utenza privata

I pazienti orientati ad effettuare delle prestazione a pagamento (in Solvenza) possono ottenere tutte le informazioni di carattere generale telefonando al n.0882456264, via Fax al 0882453817 o anche via email angeli@fondazionepadrepio-onlus.it.

I pazienti interessati saranno valutati dai medici specialistici i quali proporranno piani di trattamento adeguati al bisogno clinico e riabilitativo degli stessi.

Attività libero professionale (intramoenia)

L’Attività Libero Professionale (o intramuraria) si riferisce alle prestazioni erogate da medici e professionisti sanitari del Centro. Le visite erogate in regime di attività libero professionale garantiscono all’utente la possibilità di scegliere il professionista a cui rivolgersi e sono perciò soggette al pagamento di un compenso secondo tariffario approvato dalla Direzione Generale.

Per prenotare una visita occorre rivolgersi alla Segreteria, sia direttamente che telefonicamente.

In caso di prescrizione di un trattamento la Segreteria fornirà indicazioni.

Classificazione delle prestazioni

L’accesso per le prestazioni ex art. 26 Legge 833/78 è riferito al “trattamento di disabilita’ importanti con possibili esiti permanenti , spesso multiple, che richiedono una presa in carico multidisciplinare del soggetto disabile nel lungo termine tramite un progetto riabilitativo individuale”.

Pertanto le prestazioni riabilitative ex art. 26 L 833/78 sono rivolte a soggetti affetti da patologie acute o croniche che comportano trattamenti riabilitativi personalizzati e prolungati multidisciplinari (sanitari, sociali, psicologici, educativi, addestrativi ) di media e lunga durata che mirano a prevenire o ridurre o stabilizzare la disabilita’  che tali patologie possono apportare.

Le patologie più ricorrenti che possono considerarsi rientranti nei trattamenti riabilitativi ex art. 26 L.833/78, individuate dalla giunta regionale con la delibera 1073/02, sono in modo semplificato cosi classificate :

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n.100 del 05_08_2002

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n.108 del 06_08_2013

SCARICA OPUSCOLO PER RICOVERI C/O PRESIDI DI RIABILITAZIONE EXTRA-OSPEDALIERA A CICLO CONTINUATIVO

prestazioni

Qualità impegni e programmi