Chi Siamo

La Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus di San Giovanni Rotondo (FG) è un Ente che opera, da circa 46 anni, nel settore della riabilitazione extra-ospedaliera privata, istituzionalmente accreditato per l’erogazione di prestazioni sanitarie riabilitative a ciclo continuativo, ambulatoriali e domiciliari (nei territori della provincia di Foggia) e socio-sanitarie assistenziali residenziali nel Comune di Isernia.

La Fondazione è costituita da una Governance (CdA e Presidente, tutti Frati Minori Cappuccini) assistiti da sindaci e consulenti e da una Direzione Generale, detta Esecutiva (con annessi servizi e uffici in staff, la cui sede si trova in viale Cappuccini, 77 a San Giovanni Rotondo) e dalle seguenti strutture sanitarie:

  • n° 1 Presidio Territoriale a ciclo continuativo (residenziale) di 65 posti letto sito a San Giovanni Rotondo in viale Padre Pio, 24;
  • n° 12 Presidi ambulatoriali di riabilitazione e rieducazione funzionale collocati nella Provincia di Foggia (Comuni di Cagnano Varano, Castelnuovo della Daunia, Ischitella, Monte Sant’Angelo, Ortanova, Peschici, Rodi Garganico, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, San Paolo di Civitate, Vico del Gargano e Vieste);
  • n° 1 Presidio con un nucleo di n. 20 posti letto di RSA (Residenza Sanitaria Assistita) e n. 20 posti letto di RP (Residenza Protetta), sita a Isernia nella Regione Molise.

La Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus eroga, quindi, annualmente circa 58.000 prestazioni riabilitative in regime residenziale, 120.000 prestazioni ambulatoriali e 140.000 domiciliari con un organico che rispetta pienamente i requisiti organizzativi previsti dalla normativa vigente (R.R.  n. 3/2005, int. e mod. dal R.R. n. 3/2010, R.R. n. 16/2010, int. e mod. dal R.R. n. 20/2011, R.R. n. 12/2015) e che si aggira intorno alle 500 unità, tutte assunte a tempo indeterminato.

Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) applicato dalla Fondazione al personale medico è quello della sanità privata ARIS/CIMOP mentre al restante personale viene applicato il CCNL ARIS 5 dicembre 2012.

La Fondazione è iscritta all’Associazione datoriale ARIS – Associazione Religiosa Istituti Socio-sanitari. L’A.R.I.S., con sede in Roma, riunisce i rappresentanti delle Istituzioni ecclesiastiche (religiose e secolari) o ad esse collegate, che erogano prestazioni di assistenza sanitaria.

L’ Associazione ARIS agisce sotto la vigilanza dell’Autorità Ecclesiastica (Conferenza Episcopale Italiana – C.E.I.) a norma dei cann. 298-299-305-322-325 del codice di diritto canonico, si ispira alle direttive del Pontificio Consiglio per la Pastorale degli Operatori Salutari e del competente organismo per la Pastorale Sanitaria della CEI.

logo-aris

Fondata dai Frati Minori Cappuccini della Provincia Religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio, l’Associazione Centri di Riabilitazione Padre Pio (oggi Fondazione) ha operato nel campo dell’assistenza sanitaria riabilitativa dal 1971.

Dopo più di trent’anni di attività, l’Associazione Centri di Riabilitazione Padre Pio, nel 2002 ha promosso la costituzione della Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus mettendo a disposizione di detta Fondazione i mezzi patrimoniali necessari per lo svolgimento della sua attività e continuando l’attività riabilitativa ispirata ai principi della carità cristiana e della promozione integrale della persona umana.

Attualmente la Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus, grazie alla lunga e accreditata esperienza maturata nell’ambito dell’assistenza riabilitativa, rappresenta un importante punto di riferimento tecnico-scientifico italiano ed internazionale.

La Fondazione si presenta con un’articolazione aziendale a “rete”, che ottempera scrupolosamente alle indicazioni del Piano di Indirizzo Nazionale per la Riabilitazione 2011, recepito dalla Regione Puglia con DGR 10 maggio 2011, n. 933. Indicazioni che prevedono anche il coinvolgimento dell’ utenza nei processi di cura e la misurazione della qualità percepita, posto che, tra l’altro, è stato attivato da tempo il servizio della “customer satisfaction” e della “gestione dei reclami” che provvede periodicamente e costantemente la misurazione ed elaborazione di specifici “reports” che vengono resi pubblici in convegni o pubblicazioni interne quali “CentrInforma”, il trimestrale della Fondazione fondato nel 2013 e registrato nello stesso anno al Tribunale di Foggia.

MANIFESTO DELLA RETE RIABILITATIVA DELLA FONDAZIONE

Nella Fondazione opera un team multi-professionale, strutturato, di notevole levatura scientifica e professionale, costituito da esperti del management sanitario, medici specialisti (in medicina fisica e riabilitativa, neurologia, ortopedia, neuropsichiatria infantile, cardiologia, medicina interna, oftalmologia), psicologi e psicoterapeuti, operatori della riabilitazione (fisioterapisti, logopedisti, terapisti occupazionali, terapisti della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, educatori professionali e ortottisti) ingegneri biomedici, infermieri professionali, assistenti sociali, personale di supporto e personale amministrativo oltre a ricercati consulenti, liberi professionisti e in convenzione con prestigiose strutture sanitarie o Università italiane e straniere. La Fondazione è sede di tirocinio curriculare per gli studenti medici in specializzazione (Medicina Fisica e Riabilitativa) e per gli Operatori della Riabilitazione dell’Università degli Studi di Foggia con cui collabora ai fini della ricerca, formazione, attività scientifica e di studio.

La Fondazione, e questo la distingue particolarmente da tutti i potenziali competitors, ha istituito presso il Presidio d’eccellenza a ciclo continuativo “Gli Angeli di Padre Pio” di San Giovanni Rotondo, un “Laboratorio di Riabilitazione Tecnologica”, dotato di sistemi ed apparecchiature altamente innovative nel campo della medicina riabilitativa.

Infatti, presso detto Presidio, è possibile sottoporsi ad analisi del movimento mediante laboratorio dedicato, a trattamenti riabilitativi assistiti da robot o da altre tecnologie innovative, riabilitazione in acqua, attività fisica e sportiva adattata e terapia riabilitativa tradizionale, il tutto confortati da un servizio di ospitalità alberghiera di elevata qualità e attenzione.

percorsoinfondazione

La Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus viene sottoposta alle consuete ispezioni valutative finalizzate a raggiungere le certificazioni di qualità e l’implementazione di sistemi e piani aziendali aventi l’obiettivo di elevare l’Ente ad eccellenza organizzativa e gestionale oltre che clinica, capace di raggiungere il fine ultimo di dare garanzia sul livello di qualità del servizio erogato all’Utente finale.

Traducendo i principi cardine della norma, nella realtà del contesto, garantendo il rispetto dei requisiti legislativi nazionali e regionali (Sistemi di Accreditamento), integrando e coordinando le indicazioni cliniche delle Società Scientifiche (Good Clinical Practice) e gli eventuali programmi di accreditamento professionale e di Miglioramento della Qualità ha raggiunto la Certificazione ISO 9001, ovvero l’attestazione imparziale e indipendente del livello qualitativo succitato.

La Fondazione è dotata del modello organizzativo ai sensi della Dlgs 231/01 e di un organismo di vigilanza e controllo (OdV) e di un sistema interno di codici etici e sanzioni, utili al fine di codificare le operazioni interne, prevenire gli illeciti, ottenendo il risultato di ridurre ed escludere la responsabilità collettiva in caso di un illecito da parte di un amministratore, dipendente, collaboratore dell’ente stesso (illecito che, se commesso, rimarrà ad esclusivo carico dell’autore del reato). Una responsabilità amministrativa orientata alla massima trasparenza organizzativa e gestionale, all’anticorruzione e all’antiriciclaggio per prevenire i reati contro la pubblica amministrazione: malversazione, indebita percezione di contributi e fondi pubblici reati societari, false comunicazioni sociali, impedimento controllo dei conti e della contabilità, illegale ripartizione di utili, conflitto di interessi;  reati ambientali; omicidio colposo o lesioni gravi o gravissime commesse con violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza degli utenti e degli operatori.

Inoltre, la Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus, si è dotata di un Piano Aziendale per la Privacy quale strumento essenziale per adeguare correttamente la propria organizzazione interna alla normativa vigente (196/03) e futura (Regolamento Europeo (UE – 2016/679) sulla protezione dei dati personali. L’applicazione del Codice sulla Privacy è stata un’occasione per riorganizzare il sistema informativo aziendale, dare una struttura ai flussi di dati in entrata ed in uscita e implementare un’adeguata protezione alle proprie banche dati considerando l’importanza che questa attività riveste per le strutture sanitarie trattando dati sensibili.

Completa il percorso di eccellenza gestionale della Fondazione, anche l’adozione di un Piano aziendale di gestione del rischio clinico e sicurezza del paziente in ottemperanza alla recentissima legge Gelli/Bianco n. 24/2017. Oggi, tutte le strutture sanitarie e socio-sanitarie pubbliche e private sono tenute alla gestione del rischio clinico e della sicurezza del paziente (GRC). Esse sono obbligate al rispetto di specifici requisiti organizzativi e gestionali a tutela dell’utenza: procedure per evitare le infezioni quali il corretto lavaggio delle mani, alla prevenzione delle cadute, del suicidio dei pazienti, del loro maltrattamento da parte degli operatori, dei pericoli dall’uso di apparecchiature elettromedicali etc. La gestione del rischio clinico viene attuata anche con l’ausilio di un software specifico che consente agli operatori di segnalare in tempo reale gli eventi sentinella, avversi e/o i quasi eventi e all’Ufficio “Qualità e Rischio Clinico” di gestirli. Un’applicazione mobile (App) per smartphone dedicata rende il tutto più immediato e controllabile da parte degli operatori mentre agli utenti viene data la possibilità di inviare dai loro cellulari i questionari di soddisfazione del cliente nel pieno rispetto dei diritti dei cittadini, in relazione all’umanizzazione dei servizi, alla personalizzazione delle cure, alla tutela della privacy.

La Fondazione, inoltre, offre ai propri utenti e ai loro care giver un’applicazione mobile (App) per continuare anche a domicilio il mantenimento del proprio programma riabilitativo impostato dai Presidi residenziali e ambulatoriali. L’applicazione, prevede l’inserimento per ogni utente che ne fa richiesta di una scheda di esercizi riabilitativi o di attività fisica adattata da poter svolgere a casa in completa autonomia o assistito dal proprio care giver finalizzati al mantenimento dei risultati ottenuti in struttura. Gli esercizi vengono impostati durante le riunioni di team dedicate ad ogni paziente e inseriti dai professionisti sanitari che hanno in cura l’assistito.

La nostra vocazione

Essere accanto a chi ha bisogno