News ed Eventi

Cerchiamo di servire il Signore con tutto il cuore e la volontà. Ci darà sempre più di quanto meritiamo.

Home page Versione ipovedenti

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica
Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica. Verifica qui.

News ed Eventi

News ed eventi

15-07-2013
CONGRESSO INTERNAZIONALE CHARCOT MARIE TOOTH GRATUITO

(LOCANDINA)

In data 28 SETTEMBRE 2013 si terrà a Roma presso l’Hotel Centro Congressi Domus Caesari (Marino, Roma), e si svolgerà in lingua italiana e in lingua inglese.il Congresso Internazionale: "La chirurgia del piede e della mano nella Charcot Marie Tooth: in Italia, in Europa e nel mondo" organizzato dall' Associazione Italiana Charcot Marie Tooth Onlus, in collaborazione con St Maartenskliniek, Nijmegen (The Netherlands), New York University School of Medicine, Children's Hospital of Philadelphia, Universidad de Alicante (Spagna), Ospedale di Foligno (PG), A.S.L. di Albano Laziale (Roma), International Institute of Orthopaedic Surgery Foot, Madrid.

La malattia di Charcot-Marie-Tooth (CMT) è una polineuropatia sensitivo-motoria dovuta all’alterazione di uno dei numerosi geni che determinano la formazione del nervo. I disturbi sono dovuti prevalentemente all’indebolimento dei muscoli, che consegue alla degenerazione delle fibre nervose motorie. 

Una caratteristica di questa malattia è di avere gravità variabile, pertanto si riscontrano casi lievissimi, in cui l’unica alterazione è il piede cavo e casi, fortunatamente rari, in cui la capacità di camminare è persa o molto ridotta.

L’inizio della malattia avviene nella prima o seconda decade, il suo decorso é lento. I primi sintomi sono: inciampo, distorsioni di caviglia, goffaggine nel camminare, crampi ai polpacci. Con il passare del tempo l’indebolimento della dorsiflessione dei piedi si accentua e il paziente è costretto ad una deambulazione steppante. Raramente la malattia diffonde ai muscoli delle cosce, con conseguente scarso controllo del ginocchio e cadute.

Alle mani la malattia inizia più tardivamente e spesso l’indebolimento è lieve.
I disturbi più frequenti sono la difficoltà ad abbottonarsi e sbottonarsi, a usare chiusure lampo, a cucire, a scrivere calcando, a girare la chiave, a svitare tappi e coperchi di barattoli.
Il dolore non è un sintomo frequente ed é dovuto alle conseguenze sull’apparato osteoarticolare (deformità dei piedi e delle ginocchia, artrosi, esiti di traumatismi).

L’indebolimento dei muscoli si accompagna al loro assottigliamento (atrofia muscolare).
Una deformità tipica della CMT è il piede cavo, presente nella maggioranza dei casi. Nel 10% dei casi è presente cifoscoliosi.

L’esame più importante per fare diagnosi di CMT è l’elettromiografia di stimolo-derivazione, cioè l’elettroneurografia, che permette di misurare la velocità di conduzione e l’ampiezza del potenziale composto motorio e sensitivo.

 

Programma:

http://www.aicmt.org/index.php?option=com_content&task=view&id=128&Itemid=150

Per ulteriori informazioni potete contattare la Segreteria dell'AICMT Onlus: segreteria@aicmt.org

L'iscrizione é gratuita e da diritto a 10 crediti ECM.

E’ auspicabile la partecipazione dei professionisti sanitari (medici ed operatori della riabilitazione) che operano nei nostri Presidi dal momento che la patologia è la più frequente tra quelle rare.

Per ulteriori informazioni contattare il Responsabile Medico dell’U.O. di Riabilitazione Tecnologicadr.ssa Serena Filoni all’indirizzo e-mail: s.filoni@fondazionepadrepio-onlus.it